Palermo | 29/04/2017 | 23:16:49
Pagina Facebook Pagina Youtube Google Plus Google Plus
Centro di Accoglienza Padre Nostro Onlus
Fondato dal Beato Giuseppe Puglisi il 16 luglio 1991. Eretto in ente morale con D.M. del 22.09.1999
Centro di Accoglienza Padre Nostro Onlus

Progetto "Lasciate che i bambini vengano a me"

Il Liceo Classico "G. Pantaleo di Castelvetrano" apre le porte alle testimonianze dei volontari del Centro di Accoglienza Padre Nostro

data articolo 23/05/2015 autore redazione categoria articolo PROGETTI
 
torna indietro
Locandina evento
Locandina evento
Mercoledì 27 maggio 2015, alle ore 16.00, si terrà l'incontro dal titolo "Lasciate che i bambini vengano a me" presso il liceo classico "G. Pantaleo" di Castelvetrano, iniziativa progettuale che nasce tra Centro di Accoglienza Padre Nostro, Lions Club Castelvetrano e il Liceo Classico di Castelvetrano "G.Pantaleo". Il Centro di Accoglienza Padre Nostro, sin dalle fasi immediatamente successive all’uccisione del suo fondatore, il Beato Giuseppe Puglisi, è costantemente impegnato nel fare memoria del suo messaggio, della sua opera e del significato del suo martirio, tramite momenti di celebrazione e preghiera, convegni, manifestazioni, tavole rotonde, iniziative che presentano particolare rilievo dal punto di vista religioso, sociale, culturale e scientifico. Tali iniziative sono realizzate grazie all’impegno dell'Ente, all’apporto dei volontari ed anche con il patrocinio di enti pubblici e privati dotati di particolare sensibilità. La giornata di riflessione e testimonianza sul tema dell’integrazione tra evangelizzazione ed azione educativa nell’opera del Beato Giuseppe Puglisi rientra tra le iniziative in memoria di Padre Puglisi, che, oltre a rispondere alla finalità di diffondere la conoscenza dell’opera e del messaggio del fondatore del Centro, si pongono in coerenza con gli aspetti caratterizzanti della sua azione pastorale. Attraverso questa giornata di riflessione e testimonianza, si intende, a partire dal messaggio del Beato Puglisi, stimolare una riflessione aperta sui valori che devono permeare la vita e le relazioni di ciascuno e sul quel "prendersi cura" dell’altro che rappresenta conditio sine qua non per costruire una buona "vita comune". Destinataria di tale iniziativa è la comunità tutta, intesa come "comunità educante", ovvero come comunità che promuove l’esistenza di luoghi e tempi in cui processi di confronto e scambio, nonché di promozione del benessere di tutti possano realizzarsi, come comunità fondata sulla solidarietà, sulla partecipazione, sulla responsabilità reciproca e condivisa. All’interno della comunità educante potranno beneficiare in modo particolare dell’iniziativa proposta tutti coloro che svolgono uno specifico ruolo educativo, ovvero i genitori, i nonni, gli animatori, i catechisti, gli insegnanti, etc., ovvero tutti coloro che sono interessati e coinvolti nella promozione della crescita integrale degli individui, non solo durante l’età dello sviluppo, ma lungo l’intero arco della vita. Gli obiettivi prefissati sono:
  • Diffondere la conoscenza del messaggio del Beato Giuseppe Puglisi;
  • offrire a educatori, insegnanti, genitori e cittadini, in generale, spunti di riflessione sul metodo educativo che Padre Puglisi aveva adottato nella sua azione pastorale e sociale;
  • promuovere la costruzione di una comunità educante, favorendo lo stabilirsi tra i cittadini di una specifica alleanza in cui si condividono le finalità, si distribuiscono i ruoli e le energie, si studiano le iniziative possibili e ci si supporta l’un l’altro cercando il più possibile di unificare la proposta educativa;
  • far conoscere esperienze concrete di reinserimento sociale e recupero di un ruolo positivo nella comunità, con particolare riferimento ai soggetti che hanno o hanno avuto problemi con la giustizia.
La giornata sarà articolata come di seguito indicato:
  • Saluti ed introduzione da parte del Presidente del Lions Club di Castelvetrano, Dott. Tommaso La Croce;
  • Saluti delle autorità presenti;
  • Saluto da parte dei fratelli del Beato Giuseppe Puglisi, signori Gaetano e Francesco Puglisi;
  • Saluti del Presidente del Presidente del Centro di Accoglienza Padre Nostro, Maurizio Artale;
  • Testimonianza di Don Baldassare Meli
  • Testimonianza degli operatori del Centro di Accoglienza Padre Nostro, volta a trasmettere i valori e i principi che stanno alla base dell’operato dell’ente e che derivano dal messaggio del Beato Giuseppe Puglisi e a descrivere l’opera di promozione umana e riqualificazione del territorio iniziata attraverso l’apertura del Centro e portata avanti dai volontari e dagli operatori che hanno raccolto il suo testimone. L’intervento delineerà il percorso che, da un’attenta lettura dei bisogni del territorio, porta alla realizzazione di interventi volti a dare risposta alla domanda sociale. Il Centro, seguendo il proprio statuto, che si ispira nel contenuto, negli scopi e nella metodologia all'insegnamento di don Puglisi, opera nell’ambito della promozione umana (favorendo la partecipazione attiva alla vita cristiana soprattutto per le fasce più svantaggiate), della prevenzione e del trattamento del disagio e dell’emarginazione sociale, nelle diverse manifestazioni in cui gli stessi possono trovare espressione. Visione di un estratto dal Documentario “Beata Provvidenza”, dedicato al Beato Giuseppe Puglisi e prodotto e realizzato da Rai Cinema in collaborazione con Larcadarte (regia di Rosalba Vitellaro e Alessandra Viola) e Centro di Accoglienza Padre Nostro. Il documentario evidenzia il ruolo del Centro, fondato nel 1991 dal Beato Puglisi, quale strumento di supporto agli abitanti del quartiere Brancaccio, che versano in condizioni di estremo disagio, con lo scopo di restituire ad essi un’esistenza dignitosa. In particolare,verrà proiettata la testimonianza di detenuti ed ex-detenuti, che grazie all’ente fondato da Padre Puglisi hanno avuto un’occasione di riscatto e una concreta possibilità di reinserimento sociale
  • Testimonianza di Don Baldassare Meli
  • Dibattito conclusivo: verrà utilizzata una metodologia partecipata, che consentirà di coinvolgere l’uditorio durante l’intero incontro. In particolare, nella fase finale della giornata, verrà riservato uno spazio per rielaborare gli spunti offerti, chiedere chiarimenti e offrire ulteriori sollecitazioni.
  • Saluti finali e visione del video riassuntivo della storia del Centro di Accoglienza Padre Nostro, realizzato in occasione della giornata commemorativa del XVI Anniversario dell'uccisione di Padre Pino Puglisi (2009). Nel video è possibile ascoltare la canzone "L'Aquila Maestra", scritta e cantata da due volontari del Centro, che esprime il ruolo di guida e modello, svolto dal Beato Giuseppe Puglisi nei confronti di chi lo ha conosciuto direttamente o attraverso la presenza sul territorio del centro da lui fondato.

ALLEGATI

allegatoComunicato stampa Cnews.it [94]

tag progetti tag lions club tag castelvetrano segnala pagina Segnala
galleria fotografica GALLERIA FOTOGRAFICA