Palermo | 21/10/2017 | 05:04:50
Pagina Facebook Pagina Youtube Google Plus Google Plus
Centro di Accoglienza Padre Nostro Onlus
Fondato dal Beato Giuseppe Puglisi il 16 luglio 1991. Eretto in ente morale con D.M. del 22.09.1999
Centro di Accoglienza Padre Nostro Onlus

La Giornata Internazionale del Volontariato
Cittadini per un mondo nuovo

Una serie di incontri per promuovere, soprattutto tra i giovani, i valori dei diritti umani e della legalitą

data articolo 29/01/2017 autore CSVinforma categoria articolo RASSEGNA
 
torna indietro
La Giornata Internazionale del Volontariato. Cittadini per un mondo nuovo
La Giornata Internazionale del Volontariato. Cittadini per un mondo nuovo

Si è conclusa con grande soddisfazione da parte di tutti, organizzatori e partecipanti. La prima edizione di "Cittadini per un Mondo Nuovo" realizzata grazie alla collaborazione di Associazione "Cittadini per Costituzione" e l’Ufficio Scolastico di Vicenza.
L’iniziativa, promossa in occasione della Giornata Mondiale del Volontariato, si è posta la finalità di rendere i giovani sensibili alla partecipazione attiva e all'impegno per il bene comune, con lo sguardo aperto al mondo, partendo dal proprio territorio.
Il progetto consta di due azioni complementari che prendono forza l’una dall’altra:

  • Un bando di concorso rivolto agli studenti di tutti gli Istituti Scolastici secondari di secondo grado della provincia di Vicenza per la creazione di un elaborato sui temi dell'accoglienza, i diritti umani, legalità, giustizia e pace.
  • Eventi conclusivi il 5 e il 6 dicembre 2016 rivolti, in orario serale, alla cittadinanza e il mattino alle Scuole.

Tutti gli incontri sono stati coordinati da Franco Venturella e Manuel Remonato, rispettivamente Presidente e vicepresidente di "Cittadini per Costituzione".
In particolare, la serata del 5 dicembre si è svolta nella città di Schio con ospite d’onore Maurizio Artale, presidente del Centro di Accoglienza Padre Nostro Onlus, fondato dal Beato Pino Puglisi. Durante l’incontro c’e stata la premiazione del concorso "Racconta le azioni solidali".
Nella serata del 6 dicembre l’incontro è avvenuto nella città di Bassano del Grappa e testimoni d’eccezione sono stati Maria Laura Di Biase e Nicola Caterino del Comitato "Don Beppe Diana" di Casal di Principe. Il loro intervento ha fatto conoscere la figura di Don Beppe Diana, un sacerdote impegnato per il bene morale dei suoi parrocchiani, fino ad aiutarli a liberarsi dal giogo camorrista.- Il programma di Don Beppe, sintetizzato nella sua frase “in nome del mio popolo non tacerò”, gli è costato la vita nel giorno del suo onomastico di vent’anni fa ad opera della criminalità organizzata. La sua eredità è stata raccolta da giovani, ora adulti, che hanno fondato l’Associazione per promuovere le buone pratiche di economia sociale, partendo dall’utilizzo dei beni confiscati alla camorra e per valorizzare il territorio, riscattandolo dal degrado causato dalla raccolta, ad opera della malavita organizzata, di rifiuti altamente tossici.
Durante la serata c’è stato il riconoscimento all’Associazione più segnalata del 2016 "Volontari… facciamo la differenza".

UNA MANIFESTAZIONE ALL'INSEGNA DELLA GIUSTIZIA E DELLA PACE

Il terzo incontro, rivolto alle scuole, si è svolto nella mattinata del 6 dicembre presso l’aula magna del liceo "G. B. Quadri" di Vicenza e ha visto lan partecipazione di studenti e docenti degli Istituti Scolastici secondari di secondo grado di tutta la provincia. L’incontro si è aperto con l’intervento di marco Gianesini, presidente del CSV, seguito da quello di Isabella Sala, assessore alla Comunità e alle Famiglie del Comune di Vicenza, e di Giorgio Corà, dirigente dell’Ufficio Scolastico di Vicenza.
Gli ospiti della mattinata, oltre a Maurizio Artale, Maria Laura e Nicola, sono stati Pier Paolo Romani di Avviso Pubblico, Associazione nata del 1996 con l’intento di collegare e organizzare gli amministratori pubblici che concretamente si impegnano a promuovere la cultura della legalità democratica nella politica, nella Pubblica amministrazione e sui territori da essi governati, ed Ernesto Olivero, fondatore del SerMiG – Arsenale della Pace di Torino. Ernesto ha dedicato la sua vita ad accogliere persone che non hanno né casa né lavoro, prive di qualsiasi assistenza e delle più basilari cure mediche. Con milioni di ore offerte da volontari di tutte le età ed estradizioni sociale ha trasformato l’arsenale in cui sono state prodotte le armi usate nei due conflitti bellici mondiali in un Arsenale di pace, dove al motto “fare bene il bene” ogni giorno vengono accolte, curate e seguite centinai di persone.
E’ stata una grande festa sotto tutti gli aspetti: per la ricchezza delle testimonianze, il numero e la qualità dei partecipanti, l’interesse e l’attenta partecipazione di tutti, l’intesa collaborativa e operativa dei relatori.
Come tante tessere di un unico mosaico, tante persone appartenenti a realtà diverse di luoghi diversi d’Italia si sono incontrate e hanno intrecciato le loro esperienze offrendo ai presenti alti esempi di cittadinanza attiva e di impegno nel campo sociale e civile.
Belle persone, ottime menti, grande coraggio, forte entusiasmo, animi aperti, sguardi fiduciosi, intelligenze illuminate, momenti di commozione, tutto a favore della crescita di giovani coscienze che, attraverso la conoscenza e lo spirito critico, potranno contribuire a concretizzare la speranza di un Mondo migliore.
 A conclusione dell’evento c’è stata la premiazione da parte di Marco Gianesini dei sei finalisti (con due ex aequo) del bando di concorso "Cittadini per un Mondo Nuovo": Palermo, Torino, Roma, Barbiani/Firenze, Napoli sono le città che aspettano i vincitori del concorso che, grazie alla generosa disponibilità del CSV, potranno partecipare ai Percorsi di Cittadinanza e Legalità organizzati, già da alcuni anni, da "Cittadini per Costituzione" e dall’Ufficio Scolastico di Vicenza.

tag volontariato tag giustizia tag pace segnala pagina Segnala commenta articolo
Commenta
galleria fotografica GALLERIA FOTOGRAFICA