Palermo | 26/07/2017 | 14:43:05
Pagina Facebook Pagina Youtube Google Plus Google Plus
Centro di Accoglienza Padre Nostro Onlus
Fondato dal Beato Giuseppe Puglisi il 16 luglio 1991. Eretto in ente morale con D.M. del 22.09.1999
Centro di Accoglienza Padre Nostro Onlus

Presentazione Progetto Sportelli Integrati Territoriali - PISU 'PALERMO CAPITALE'

Servizi in favore di individui e famiglie per la promozione del benessere

data articolo 21/10/2014 autore redazione categoria articolo PROGETTI
 
torna indietro
Presentazione Progetto Sportelli Integrati Territoriali - PISU PALERMO CAPITALE
Presentazione Progetto Sportelli Integrati Territoriali - PISU PALERMO CAPITALE
Mercoledì 22 Ottobre 2014, alle ore 12.00, il Sindaco di Palermo, Prof. Leoluca Orlando e l’Assessore Comunale alla Cittadinanza Sociale, Dott.ssa Agnese Ciulla presenteranno il Progetto Sportelli Integrati Territoriali - PISU "PALERMO CAPITALE" - Linea di Intervento 6.1.4.4 Asse VI "Sviluppo Urbano Sostenibile" del PO FESR 2007/2013, che si sta svolgendo nei locali di Via Azolino Hazon (Via Simoncini Scaglione n.17), locali che il Beato Giuseppe Puglisi aveva , già 22 anni fa, individuato per realizzarvi un centro aggregativo o la scuola che allora mancava a Brancaccio. Le attività progettuali si svolgeranno anche c/o l’Auditorium Comunale Giuseppe Di Matteo e un appartamento confiscato alla mafia, in Via A. Biondo, oltre che nelle sedi degli enti partner del Comune di Palermo, Centro di Accoglienza Padre Nostro, Engim Sicilia, Associazione Immaginaria e Associazione Gruppo S.A.L.I. SINTESI del PROGETTO Il progetto Sportelli Integrati Territoriali si propone promuovere il benessere degli individui e delle famiglie, in particolare in situazioni di fragilità, sviluppando le risorse delle famiglie e degli individui, supportando le capacità genitoriali e le relazioni intergenerazionali all'interno della famiglia. Il progetto è realizzato da un A.T.S. composta dal Comune di Palermo - capofila - e da enti che presentano un’esperienza pluriennale nella realizzazione di servizi finalizzati a promuovere l’agio di bambini, giovani, adulti e famiglie, formazione e tutela dei diritti fondamentali degli individui. Tale esperienza e il radicamento nel territorio hanno condotto alla co-progettazione e alla realizzazione congiunta di un intervento che si pone come punto di riferimento per le persone, le famiglie e la comunità. Le attività proposte perseguono obiettivi di promozione della salute e del benessere psico-fisico, contrato al rischio di devianza e marginalità sociale degli individui all'interno del nucleo familiare, implementando strategie operative, caratterizzate da fattibilità, finalizzate all’inserimento sociale e lavorativo; Il Progetto mira a contribuire alla diffusione di una cultura della partecipazione e di una prospettiva non assistenzialista nella fruizione delle prestazioni di carattere sociale ed educativo. Il progetto prevede le attività di seguito descritte:
  • Sportello di ascolto psico-sociale: svolge funzioni di accoglienza delle istanze degli individui e delle famiglie, segretariato e informazione sociale, orientamento nella fruizione dei servizi del territorio, supporto psicologico, elaborazione di programmi educativi personalizzati.
  • Servizi di pronto soccorso sociale: servizi erogati in situazioni di emergenza sociale, con la finalità di dare una tempestiva e rapida risposta a situazioni di bisogno primario, allertando contestualmente i Servizi Sociali, Sanitari e della Pubblica Amministrazione territorialmente competenti per la presa in carico dei casi e le risorse del privato sociale.
  • Pacchetti di servizi di orientamento: servizi finalizzati a promuovere le capacità progettuali dei destinatari e favorire l’inserimento sociale e lavorativo, attraverso l’accoglienza, l’informazione orientativa, attività consulenziali di orientamento personale e lavorativo e sostegno psico-sociale.
  • Servizio di conciliazione: servizio educativo, realizzato nella forma dello spazio-gioco per minori di età compresa tra 18 e 36 mesi, finalizzato a promuoverne l’agio, integrare l’offerta dei servizi pubblici, promuovere il benessere familiare e la qualità della vita delle donne.
  • Servizi di supporto ai disabili e alle loro famiglie: trasporto e accompagnamento specializzato di soggetti disabili per la fruizione di servizi specialistici e di occasioni di socializzazione, con la finalità di facilitare le attività di integrazione dei soggetti disabili e fornire un supporto alle famiglie.
  • I sopra citati servizi verranno realizzati da personale specializzato, quali assistenti sociali, operatori front office, psicologi, assistenti all’infanzia, educatori, assistenti H, OSA, OSS, autisti, coadiuvati da esperti. Destinatari diretti delle attività progettuali sono soggetti residenti nel Comune di Palermo, caratterizzati da condizioni di disagio, nuove marginalità, inoccupazione e disoccupazione, rischio esclusione sociale e deficit di opportunità ed ex detenuti. Tutte le attività progettuali verranno sostenute attraverso interventi di carattere trasversale, ovvero tutoring e mentoring, e una specifica metodologia di “accompagnamento” e supporto, che avranno la finalità di facilitare e sostenere gli utenti nella fruizione dei servizi previsti dal progetto e nel recupero delle capacità progettuali, attraverso interventi mirati all’accrescimento dell’autostima, della consapevolezza e dell’intenzionalità delle scelte, degli aspetti motivazionali, della self-efficacy e del riconoscimento del sé.

    ALLEGATI

    allegatoPieghevole Sportelli Integrati Territoriali [255]

    segnala pagina Segnala
    galleria fotografica GALLERIA FOTOGRAFICA