Palermo | 23/06/2024 | 16:39:19
Pagina Facebook Pagina Youtube Instagram Google Plus
Centro di Accoglienza Padre Nostro - ETS
Fondato dal Beato Giuseppe Puglisi il 16 luglio 1991. Eretto in ente morale con D.M. del 22.09.1999
Centro di Accoglienza Padre Nostro Onlus

Forze dell’ordine beffati da delinquenti adolescenti. A distanza di una settimana presa di mira ancora una volta piazzetta Beato Padre Pino Puglisi

Vandalizzati due lampioncini e rubato un tubo dell'acqua per innaffiare le aiuole di piazzetta Beato Padre Pino Puglisi

data articolo 24/07/2023 autore Maurizio Artale categoria articolo COMUNICATI
 
torna indietro
Lampioncini rotti a piazzetta Beato Padre Pino Puglisi
Lampioncini rotti a piazzetta Beato Padre Pino Puglisi

Un gruppo di adolescenti ha letteralmente preso d’assalto piazzetta Beato Padre Pino Puglisi, vandalizzando due lampioncini e rubando il tubo dell’acqua che serviva per innaffiare le piante delle aiuole adiacenti alla statua lignea del martire palermitano, ucciso dalla mafia trent’anni fa.

Sono veramente dispiaciuto e scoraggiato nel vedere come un manipolo di futuri malviventi mettano sotto scacco Carabinieri e Polizia. Avevo chiesto a “gran voce”, e con tutta la caparbietà che da trent’anni ha caratterizzato il mio impegno a Brancaccio, di dare un segnale fermo e deciso a questi delinquenti che ogni giorno scorrazzano nella piazzetta, teatro del martirio del Beato Giuseppe Puglisi. Nonostante le tante rassicurazioni da parte delle Forze dell’Ordine nulla è cambiato.

A questo punto credo sia doveroso che venga istituito un posto di guardia, con presidio h24, per la tutela e la salvaguardia di questo sacro luogo di martirio e testimonianza di resistenza civile.

Non è più sostenibile questo lassismo da parte di tutte le Istituzioni; non serve dedicargli i festini di Santa Rosalia se poi non si è in grado di tutelare la sua memoria dai peggiori cittadini palermitani in erba, che vengono lasciati liberi di oltraggiare uno dei luoghi di vita del prete di Brancaccio.

Questa volta, però, non intendo sostituire o rimediare alle inadempienze di chi dovrebbe tutelare questa piazza. Domani, l’area di cui il Centro di Accoglienza Padre Nostro si è sempre e costantemente preso cura si sveglierà con il lampioncino divelto e qualsiasi altra parte devastata dal libero arbitrio di chi non vive nelle regole di una comunità civile. Questa è l’immagine con cui i circa 10.000 pellegrini ritorneranno nelle proprie città dopo aver visitato la casa museo.

Non servono più le passerelle e le “belle” parole nei giorni di commemorazione di tutte le vittime di mafia della nostra insanguinata terra; dovremmo imparare dall’eredità che questi grandi personaggi ci hanno lasciato sacrificando la propria vita, ma non è facile, perché non siamo in grado neanche di custodire un luogo simbolo.

ALLEGATI

allegatoPalermomania.it - Atti vandalici, Centro Padre Nostro: 'Forze dell'ordine beffati da delinquenti adolescenti, presa di mira ancora una volta piazzetta Beato Padre Pino Puglisi' [104]

tag atti vandalici tag luglio 2023 tag p.tta beato padre pino puglisi segnala pagina Segnala commenta articolo
Commenta
       

ARTICOLI CORRELATI
articolo correlato Lampioncino vandalizzato a piazzetta Beato Padre Pino Puglisi
Maurizio Artale: «non smetteremo mai di confidare nella collaborazione degli abitanti della piazzetta e nelle Forze dell'Ordine»
20/07/2023